Studio d’Arte

Lo studio dell’artista Giorgio De Cesario è situato presso La Casa degli Artisti ( Villa Maritati De Cesario) , un grande e scenografico contenitore d’arte , che ospita anche la sua Galleria Permanente.Originariamente La Casa degli Artisti era una vecchia villetta anni ’50, che ora  De Cesario ha sapientemente ristrutturato, rendendola esempio di uno stile architettonico eclettico,decisamente innovativo in quello che è il paesaggio urbano circostante.

Entrando in questa residenza si viene subito a contatto con l’ampia zona espositiva, un’area di circa 300 mq, sovrastata da un imponente muro-scultura, visibile anche dall’esterno, dedicato al Prof. Giorgio Maritati, latinista e noto docente di Materie Letterarie negli anni ’60 e ’70 e primo proprietario di questa residenza. Sul muro-scultura infatti è riportata la prima strofa di un carme saffico dedicato a Gallipoli che Giorgio Maritati, padre della della proprietaria e suocero di Giorgio De Cesario, compose nel lontano anno scolastico 1962/63 e che fu poi pubblicato nell’Annuario della Scuola Media Statale di Gallipoli (l’antica Scuola Media G.B.Crispo ora scomparsa).

Tutt’intorno le opere e gli affreschi dell’artista, che attirano lo sguardo attonito dei visitatori con i loro stupefacenti effetti cromatici e con quei personaggi diafani, misteriosi, eppure tanto simili a noi nelle loro espressioni sul volto d’argilla.

 E già da questo primo grande ambiente si rimane stupiti dal magico mix tradizione-innovazione che è il leit-motiv di tutta la struttura. Sempre al pian terreno è ubicato lo studio bilocale dell’artista, con tante testimonianze della sua carriera, altre creazioni e una fornita biblioteca.

 Un’ampia scalinata porta ai piani superiori, dove continua la zona espositiva. Ovunque portali un pò orientaleggianti, un pò mediterranei con ceramiche coloratissime stile Andalusia e poi grandi vetrate ultramoderne, muri geometricamente zigzaganti e piramidi, e per finire, al secondo piano,  l’attrezzato laboratorio del maestro, dove nascono le sue opere pittoriche e scultoree. Anche qui ogni angolo nasconde delle sorprese, degli scorci insospettati e non si finisce mai di scoprire nuovi dettagli e nuovi punti di vista.